logo usrc

 

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:
L’edificio, di tipo isolato ed inquadrato catastalmente al fg.10 part. 1630, ad oggi si presenta come costituito da un unico corpo, dal punto di vista funzionale, ma da due corpi ben distinti per quanto riguarda le strutture portanti: una parte è realizzata con struttura in muratura di pietrame (corpo A) e dall’altra con strutture in cemento armato e solai in c.a.p. e laterizi (corpo B).
L’area in cui sorge il fabbricato, situata all’interno della perimetrazione post-sisma, fa parte della zona denominata “La Villa” urbanisticamente inquadrata dal vigente Piano di fabbricazione come Zona di completamento e ristrutturazione.
  Epoca di costruzione:
Il fabbricato è stato realizzato negli anni cinquanta e successivamente, negli anni settanta, ristrutturato con rifacimento di una parte di esso con l’introduzione di strutture in cemento armato.

casacomunale

  Descrizione dello stato di danno:
A seguito dell’evento sismico del 06.04.09 e seguente sciame sismico, il fabbricato sede del Comune di Pietracamela ha subito diversi danni, in gran parte strutturali, che hanno interessato principalmente la parte più vecchia realizzata in muratura portante.
Corpo A: i danni presenti sono sia derivanti dal sisma sia preesistenti e acuiti dallo stesso:

  • Lesioni diffuse sulle pavimentazioni;
  • Lesioni sulle murature portanti e sui cantonali;
  • Lesioni in corrispondenza delle aperture esterne e interne;
  • Lesioni di distacco dei solai dalle pareti;
  • Distacco delle tramezzature;

Inoltre dalle indagini eseguite è risultato che:

  • Risultano assenti le strutture di fondazione, mancanza che in occasione del sisma, ha favorito il cedimento localizzato delle componenti strutturali derivante da cedimenti del terreno al di sotto del fabbricato:
  • Mancanza di ammorsamenti dei maschi murari in ambedue le direzioni;
  • Presenza di strutture spingenti quali architravi e travi di copertura;
  • Solai di spessore esiguo e di massetto quasi inconsistente;
  • Mancanza di continuità di alcuni tratti delle murature portanti.

Corpo B: i danni della parte agibile del fabbricato riguardano essenzialmente le piccole lesioni diffuse o di distacco tra le tramezzature e la struttura in cemento armato.

  Esito di agibilità: Corpo A: esito E – Corpo B: esito A

  Importo finanziato: € 800.000,00

  C.U.P. D62B11000420001

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Lavori di riparazione dei danni a seguito degli eventi sismici del 06.04.09, restauro, risanamento conservativo e miglioramento sismico dell’edificio.

  R.U.P:
Geom. Massimo Di Gregorio
  Progettista:
Ing. Vittorio Massacese

casacomunale tav1
casacomunale tav2clicca per ingrandire

  Descrizione scelte progettuali:
Corpo A: Per la riparazione dei danni sopra descritti e per il contemporaneo consolidamento e miglioramento delle strutture è prevista la realizzazione dei seguenti interventi:

  • Riparazione e consolidamento delle fondazioni con la realizzazione di sottofondazioni e micropali;
  • Riparazione delle lesioni delle strutture murarie portanti e consolidamento delle stesse con iniezioni;
  • Consolidamento delle strutture orizzontali (solai) attraverso ispessimento con massetto e rete elettrosaldata ancorata alle murature laterali;
  • Consolidamento delle strutture portanti verticali con iniezioni di malta cementizia;
  • Chiusura di nicchie nelle murature portanti;
  • Placcaggio di alcuni maschi murari, degli archi e delle colonne in pietra tramite inserimento di barre d’acciaio in perfori iniettati con malta cementizia;
  • Realizzazione di continuità strutturale nelle murature mediante inserimento di spallette sormontate da architravi e sovrastante struttura muraria di completamento;
  • Posa in opera di catene sugli archi presenti all’ingresso;
  • Riparazione e consolidamento con fibre di carbonio di alcune travi ai piani seminterrato e primo;
  • Riparazione e consolidamento delle tramezzature con rinforzi in rete in fibra di vetro;
  • Rifacimento degli impianti elettrici e di illuminazione;
  • Rifacimento degli impianti idrici dei bagni.

A seguito delle opere di riparazione e miglioramento sismico saranno realizzati interventi non strutturali relativi alle finiture:

  • Demolizione e rifacimento delle tramezzature in corrispondenza dei distacchi dal solaio;
  • Demolizione e ricostruzione di pavimentazioni e battiscopa;
  • Posa in opera di alcuni nuovi infissi e porte;
  • Smontaggio e recupero di porte e infissi esistenti;
  • Demolizione e rifacimento del corpo scala del piano seminterrato, intervento necessario al fine di eseguire il consolidamento delle fondazioni;
  • Demolizione e rifacimento degli intonaci.

Corpo B: In relazione si dichiara che i modesti danni precedentemente descritti non inficiano attualmente la funzionalità e l’utilizzo della struttura per cui non vengono previsti interventi di riparazione/rafforzamento in questa fase.

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto: procedura aperta , art. 55 e 82, comma 2, lettera b D.Lgs. 163/2006
  Data di pubblicazione del bando: 11/02/2015     Scadenza: 11/03/2015
  Importo lavori a base d'asta: € 353.575,94     Importo lavori: € 467.950,64

 

Esecuzione
  Direttore lavori: Ing. Vittorio Massacese
  Coordinamento sicurezza:
  Impresa esecutrice: IMPRESA COSTRUZIONI CERINO GEOM. CARLO –S.R.L.
  Data inizio lavori:   Data fine lavori: