logo usrc

 

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:
Palazzo Cionni, ricompreso in un aggregato edilizio formato da altri edifici strutturalmente divisi e porzionati tra di loro tanto da potersi considerare indipendenti, era stato donato già prima dell’evento sismico del 06/04/2014 al Comune di Barete con l’intento di essere utilizzato come struttura ad uso pubblico e culturale.
L’edificio si distingue dal resto del tessuto urbano per la sua rilevanza ed importanza, sia per la sua localizzazione sul fronte stradale, sia per la presenza della grande corte aperta, spazio di connessione degli edifici più piccoli che in altre epoche facevano parte del complesso principale.
Il Piano di Ricostruzione vigente nel Comune di Barete individua Palazzo Cionni come edificio di pregio che va salvaguardato nella sua immagine esteriore, architettonica e compositiva affinché non si perdano le caratteristiche peculiari dell’architettura che rappresenta sicuramente un riferimento importante nel panorama edificato della Frazione di piedi il Vicolo e dell’intero Comune di Barete.
  Epoca di costruzione:
Nato in epoche differenti sotto altre configurazioni e forme è giunto agli assetti attuali a seguito di modifiche del XVIII, XIX, XX secolo.

cionni
  Descrizione dello stato di danno:
In seguito agli eventi sismici dell’aprile 2009, l’edificio ha subito diversi danni, anche in relazione alla vulnerabilità e alle gravi carenze strutturali evidenziate.
Danni alle strutture murarie: lesioni verticali, orizzontali e a 45% in corrispondenza delle angolate e dei solai, gravi spanciamenti e scorrimenti marcati fuori piombo, danni dovuti alla carenza di murature di spina e alla vulnerabilità della tipologia di muratura “a sacco”;
danni agli orizzontamenti: lesioni sulle volte, deformazioni e spostamenti dei solai di copertura, crolli dei solai di sottotetto;
danni agli elementi non strutturali: abbassamenti, sconnessioni e lesioni delle controsoffittature delle tramezzature e degli altri elementi di finitura.

  Esito di agibilità: E

  Importo finanziato: € 1.400.000,00

  C.U.P. C53B11000430001

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Recupero edilizio dell’edificio in oggetto, consolidamento, ripristino e rinnovo degli elementi costruttivi.

  R.U.P:
Gabriele Mililli
  Progettista:
Arch. Valerio Borzacchini

tavola 1
tavola 2clicca per ingrandire
  Descrizione scelte progettuali:
  • Interventi sulle murature portanti: Interventi di scuci-cuci, ispessimento, iniezioni per il ripristino della continuità strutturale e realizzazione di diatoni tra paramenti interni ed esterni;
  • Interventi sugli orizzontamenti: Realizzazione di tirantature e di cerchiature in acciaio con funzione di cordolo; Demolizione e ricostruzione di alcuni solai, solidarizzazione di altri, svuotamento e consolidamento degli orizzontamenti volatati;
  • Intervento in copertura: Demolizione e ricostruzione con recupero dei componenti riutilizzabili,  previa realizzazione di cordolo perimetrale in acciaio;
  • Realizzazione di nuovi impianti termici, idro-sanitari ed eletterici.

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto: Procedura negoziata senza pubblicazione del bando di gara. Art. 122, comma 7, D.Lgs. 163/06. Criterio di aggiudicazione: Offerta Economicamente più vantaggiosa.
  Data di pubblicazione del bando: Invito del 17/07/2014      Scadenza: 07/08/2014
  Importo lavori a base d'asta: € 933.940,27      Importo lavori: -

view
/
      ozio_gallery_fuerte
      Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura
       

      Esecuzione
        Direttore lavori: Arch. Valerio Borzacchini
        Coordinamento sicurezza: Arch. Valerio Borzacchini
        Impresa esecutrice: Archeores
        Data inizio lavori:Data fine lavori: -