logo usrc

 

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:
L’edificio, oggetto dei lavori, è stato realizzato intorno agli anni 1932-33, fino a circa 10 anni fa la destinazione d’uso principale è stata quella di scuola elementare, attualmente l’immobile ha un uso promiscuo da parte del comune, con ambienti utilizzati come locali di sgombero ed altri come sale di incontro durante fiere e manifestazioni che si tengono nel Capoluogo. Tipologicamente l’edificio è costituito da un corpo di fabbrica principale, che si sviluppa su due piani fuori terra ed un sottotetto praticabile e due padiglioni più bassi, corrispondenti al vecchio refettorio e alla palestra; il plesso scolastico è accessibile dalla strada statale 577 su cui affaccia, attraverso due cancelli carrabili che immettono su un ampio cortile che delimita su tutti e quattro i lati, l’edificio.
Sul prospetto posteriore a quello principale è
presente un avancorpo, al cui interno sono dislocati i servizi igienici.
La struttura portante dell’edificio è realizzata in muratura mista di pietrame locale a blocchi regolari e ricorsi di mattoni pieni; i solai sono del tipo misto, costituiti da putrelle in ferro e tavelloni di laterizio.
La struttura portante del tetto è costituita da capriate lignee, con sovrastante orditura
semplice di travi in legno binate e tavolato.
Tutti i prospetti, sono caratterizzati da partiti architettonici tipici dell’edilizia scolastica del
periodo fascista, costituiti da paraste e modanature che incorniciano le bucature presenti, scandendo e ritmando le superfici in ampie riquadrature con andamento prevalentemente verticale. L’attacco a terra dell’edificio è realizzato con una zoccolatura costituita da blocchi sbozzati di pietra arenaria locale, con tale materiale lapideo sono realizzate anche tutte le soglie delle finestre presenti sui prospetti.

  Epoca di costruzione:
1932-33

 ex edificio scolastico

  Descrizione dello stato di danno:
L’edificio nel suo complesso, sia all’interno che all’esterno, mostra segni di una evidente
prolungata assenza di manutenzione, aggravati ulteriormente dagli eventi sismici che hanno colpito il Capoluogo il 6 aprile 2009 e non da meno, dalle condizioni climatiche invernali.
Stato di danno:  sono presenti cadute di intere porzioni di intonaco, che hanno portato alla scopritura della struttura portante dei solai.I due corpi di fabbrica, più bassi, presenti sul prospetto Est ed Ovest, sono stati oggetto di intervento a carattere emergenziale nel quale si è posto in opera una guaina impermeabilizzante, la quale non protetta adeguatamente da manto di copertura ed esposta permanentemente quindi, agli agenti atmosferici, risulta fortemente ammalorata, con rotture e sollevamenti in più punti dei teli con conseguenti infiltrazioni di acqua sia nel sottotetto che nei locali immediatamente sottostanti e limitrofi.
Tali infiltrazioni hanno favorito nella struttura portante lignea secondaria del tetto, costituita da tavolato, la comparsa di fenomeni infestanti quali muffe ed efflorescenze accompagnati da marcitura del legno. Lo stato di degrado così evidenziato è poi ulteriormente aggravato da
dissesti e sconnessioni generalizzate del tavolato , con le sottostanti travi, originate
dai movimenti sismici verificatesi nel 2009. Un quadro fessurativo,
riconducibile al sisma del 6 aprile 2009, è presente anche sulle superfici esterne dei due padiglioni, precedentemente descritti, in particolare, nelle connessioni della struttura
costituente lo sporto di gronda con la muratura, in cui alcune palombelle risultano smosse con conseguenti dissesti del tavolato soprastante.
Le finiture e gli impianti, risultano malfunzionanti, ammalorate oltre che non a norma.

  Esito di agibilità: A

  Importo finanziato: € 100.00,00

  C.U.P. -

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Manutenzione Straordinaria.

  R.U.P:
Dott. Massimo Marzi
  Progettista:
Arch. Annalisa Zilli

ex edificio scolastico
ex edificio scolasticoclicca per ingrandire

  Descrizione scelte progettuali:

Gli interventi di cui al presente progetto, saranno volti essenzialmente:

  • al ripristino dei danni causati dal sisma del 6 aprile 2009;
  • alla manutenzione straordinaria delle coperture dei due padiglioni;
  • alla ristrutturazione edile ed impiantistica per la messa in sicurezza e a norma dei locali

interni, salvaguardando nel contempo le valenze storico-architettoniche dell’edificio e
permettendo un sua conservazione in vista di un futuro riutilizzo.


INTERVENTI ESTERNI:

  1. Interventi sulla struttura di copertura lignea dei padiglioni;
  2. Interventi di ripristino degli sporti di gronda;
  3. Interventi di ripristino dell’impianto di smaltimento delle acque meteoriche;
  4. Rrealizzazione di una rampa di accesso per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

INTERVENTI INTERNI:

  1. Interventi di rimozione delle finiture danneggiate e sostituzione;
  2. Interventi di adeguamento degli impianti;
  3. Interventi di risarcitura delle lesioni murarie e ripristino;

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto:
  Data di pubblicazione del bando: 22/08/2015     Scadenza:
  Importo lavori a base d'asta: € 145.575,55     Importo lavori:  € 165.621,08

 

Esecuzione
  Direttore lavori: Arch. Annalisa Zilli
  Coordinamento sicurezza: Arch. Annalisa Zilli
  Impresa esecutrice: Edo Costruzioni srl - Sora
  Data inizio lavori: 06/10/2015  Data fine lavori: 27/02/2016