logo usrc

Firmato il Nulla Osta dell’Ufficio Speciale per il Piano di Ricostruzione del Comune di Pietracamela, n. 51 nel Cratere sismico

20160207 pietracamela sE’ stato sottoscritto in data odierna, presso l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, il Nulla Osta al Piano di Ricostruzione (PdR) del centro storico del Comune di Pietracamela, da parte del Titolare dell’USRC, Paolo Esposito, e del Sindaco, Michele Petraccia.

Ha partecipato anche il vice Sindaco di Pietracamela, Federica Intini, oltre ai funzionari dell’USRC che hanno curato l’istruttoria del Piano, Claudia Genitti e Fabrizio Frezzini. Il Piano ha natura strategica e come tale finalizzato alla programmazione economico-finanziaria delle risorse, da attuarsi in conformità alla disciplina dello strumento urbanistico vigente.

La conclusione dell’iter di formazione del Piano ha richiesto meno di un anno dall’adozione del PdR, avvenuta in data 11 febbraio 2016. Con il Nulla Osta dell’Ufficio Speciale si attesta la congruità economica della programmazione delle risorse necessarie all’attuazione del Piano di Ricostruzione – articolato in 4 Ambiti – la cui previsione di spesa per interventi di riparazione e ricostruzione di immobili danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009 ammonta complessivamente a circa 51 milioni di euro, destinati per la quasi totalità alla ricostruzione privata.

Leggi tutto...

USRC partecipa al 16th World Conference on Earthquake Engineering

20170113 chile s

Dal 9 al 13 gennaio 2017 si è svolto, a Santiago del Cile, il 16th World Conference on Earthquake Engineering promosso dall’International Association of Earthquake Engineering. La conferenza ha affrontato temi quali sismologia, tsunami, progettazione di nuove strutture, valutazione e adeguamento delle strutture esistenti, aspetti economici e sociali conseguenti agli eventi sismici, pianificazione e gestione delle emergenze di grandi terremoti e valutazione del rischio urbano.

Nella sessione di giovedì 12/01/2017, Marco di Ludovico ricercatore presso l’Università Federico II di Napoli, ha presentato i risultati del lavoro svolto per la predisposizione del modello parametrico per la ricostruzione privata dei Centri storici dei Comuni del Cratere danneggiati dal sisma del 2009 (Modello Integrato per il Cratere, MIC). Il lavoro, predisposto con Raffaello Fico, Rosanna Gualtieri e Dario Pecci dell’USRC, con Antonio Mannella dell’ITC-CNR e Andrea Prota dell’Università Federico II di Napoli, ha suscitato interessamento anche da parte di realtà urbane molto diverse quale quella giapponese, frequentemente interessata da eventi sismici.

Leggi tutto...

Firmato il Nulla Osta dell’Ufficio Speciale per il Piano di Ricostruzione del Comune di Colledara, n. 50 nel cratere sismico

20161222 colledara sE’ stato sottoscritto in data odierna, presso l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, il Nulla Osta al Piano di Ricostruzione (PdR) del centro storico del Comune di Colledara, da parte del Titolare dell’USRC, Paolo Esposito, e del Sindaco, Manuele Tiberii.

Hanno partecipato anche Mauro De Flaviis e Giuditta Di Martino, tecnici dell’Ufficio sisma e ricostruzione del Comune, oltre ai funzionari dell’USRC che hanno curato l’istruttoria del Piano, Claudia Genitti e Fabrizio Frezzini.

La firma del Nulla Osta da parte dell’USRC segue la sigla dell’Accordo di Programma tra il Comune e la Provincia di Teramo, intervenuta lo scorso 20 dicembre, con la quale è stato approvato il Piano nel profilo urbanistico, in variante allo strumento urbanistico vigente.

Leggi tutto...

Terremoti: Politiche nazionali e strumenti Europei

20170204 centro studi senato sIl Centro Studi del Senato ha realizzato il dossier dal titolo "Terremoti: Politiche nazionali e strumenti Europei".

Il presente documento analizza i seguenti temi:

- dati e statistiche  sulla  sismicità  ed  in  ordine  alla  mappatura  sismica  in Italia;
- quadro normativo nazionale adottato in risposta ai terremoti del centro Italia,  anche  con  riferimenti  alla  più  recente  attività  parlamentare in materia;  
- risorse stanziate, con riguardo ai terremoti di Abruzzo, Emilia-Romagna e centro Italia;
- profili europei per le misure di aiuto, anche per gli strumenti proposti di sostegno supplementare agli Stati membri in caso di catastrofi naturali.

Link al documento